Web News

L’e-commerce in Italia e in Europa

L’e-commerce in Italia

In Italia sono 41,7 milioni gli individui che possono accedere a Internet. Il 38,4% può accedere da cellulare, e il 5,6% (2,7 milioni) da tablet

A febbraio 2013 gli utenti attivi nel mese sono 28,6 milioni, con una crescita 3,3% in un anno.

Il valore dell’e-commerce in Italia è stimato attorno ai 21,1 miliardi di euro, con un buon tasso di crescita nelle vendite on line (+12% sul 2011). Il trend positivo dell’e-commerce si contrappone alla generale contrazione delle vendite che ha contraddistinto l’anno appena trascorso, in cui gli effetti della crisi economica sono stati fortemente avvertiti dai consumatori.
Lo sviluppo dell’e-commerce va di pari passo con la maggiore confidenza da parte dei consumatori verso la Rete e una maggiore fiducia negli strumenti di on line payment.

 

L’e-commerce in Europa

Il mercato e-commerce europeo ha raggiunto nel 2012 un valore complessivo di oltre 305 miliardi di Euro, con una crescita del 22% sul 2011 (254 miliardi). La vendita on line di prodotti e servizi registra un’impennata soprattutto nei mercati meno maturi dell’Europa dell’Est, come Polonia e Repubblica Ceca, dove la crescita oscilla tra il 25 e il 30%.

Regno Unito, Germania e Francia continuano a generare i volumi più consistenti in termini di vendite on line, e rappresentano complessivamente circa il 70% del mercato e-commerce europeo (213,5 miliardi di Euro). La crescita sul 2011 continua a essere significativa in Germania (+25%) e Francia (+20%), e in misura minore in Gran Bretagna (10-15%).

I Paesi in cui la percentuale di e-shopper sul totale della popolazione è già elevata, come Regno Unito, Paesi Scandinavi e Francia, sono i primi in cui si sta verificando il passaggio al mobile commerce. La vendite mobile sul totale e- commerce sono a quota 20% in Gran Bretagna (5% nel 2011) 8% nei Paesi Scandinavi e 5% in Francia.

Oggi il 47,6% della popolazione europea possiede uno smartphone: nei prossimi anni si stima una forte crescita delle transazioni sul canale mobile, guidata dai Paesi in cui l’e-commerce si è sviluppato prima per poi estendersi rapidamente a tutti gli altri.